Telefono/fax: 0343 32795 - studiogiorgetta@gmail.com

news


02-01-2020

BONUS EDILIZI 2020

Ecobonus variabile dal 50% al 65%
Agli interventi di efficientamento energetico degli edifici effettuati fino al 31 dicembre 2020 è riconosciuta una detrazione variabile dal 50% al 65%. Invariate, fino al 2021, le detrazioni per i condomìni. 
 
Bonus ristrutturazioni fino al 31 dicembre 2020
Prorogata fino al 31 dicembre 2020 la detrazione del 50%, con un limite massimo di 96mila euro per unità immobiliare, per gli interventi di ristrutturazione delle abitazioni e delle parti comuni degli edifici condominiali.

 

BONUS FACCIATE. Dal 1° gennaio 2020, per un anno, viene introdotto il bonus facciate: saranno agevolati, con una detrazione dall'imposta lorda pari al 90%, gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, esistenti ubicati in zona A (centri storici) e B (totalmente o parzialmente edificate). Fanno eccezione le aree destinate a nuovi complessi abitativi con bassa densità di urbanizzazione (zona C). Nell’ipotesi in cui i lavori di rifacimento della facciata, ove non siano di sola pulitura o tinteggiatura esterna, riguardino interventi influenti dal punto di vista termico o interessino oltre il 10 per cento dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, gli interventi devono soddisfare i requisiti di efficienze energetica e trasmittanza. Saranno agevolabili esclusivamente gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi. La detrazione sarà ripartita in dieci quote annuali costanti e di pari importo nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.

Bonus Mobili fino al 31 dicembre 2020
Proroga di un anno anche per le detrazioni riservate all’acquisto di mobili ed elettrodomestici efficienti destinati all’arredo degli immobili ristrutturati.

Bonus verde per giardini e terrazzi
Gli interventi di sistemazione a verde saranno incentivati con una detrazione fiscale dall'Irpef del 36% delle spese sostenute nel 2020, fino ad un massimo di 5mila euro per unità immobiliare. 





17-02-2020

Bonus facciate 90%

Pubblicato la circolare attuativa e la guida fiscale per la fruizione della detrazione fiscale prevista dalla Legge di Bilancio per il 2020 cosiddetta bonus facciate

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/233439/Guida_Bonus_Facciate.pdf/129df34a-b8b7-5499-a8fb-55d2a32a0b12





29-02-2020

Milleproroghe 2020 nuove date limite per adeguame

Adeguamento antincendio strutture ricettive

Il comma 5 dell'articolo 3, come modificato dalle Commissioni nel corso dell'esame in sede referente, interviene sul termine per il completamento dell’adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi per alcune categorie di strutture ricettive turistico-alberghiere.

Questi tutti i differimenti:

  • dal 30 giugno 2019 al 31 dicembre 2021 il termine entro il quale le attività ricettive turistico-alberghiere con oltre 25 posti letto, esistenti alla data di entrata in vigore del decreto del Ministro dell'interno 9 aprile 1994, ed in possesso dei requisiti per l'ammissione al piano straordinario di adeguamento antincendio, approvato con decreto del Ministro dell'interno 16 marzo 2012, completano l'adeguamento alle disposizioni di prevenzione degli incendi;
  • dal 1° dicembre 2018 al 30 giugno 2020 il termine entro il quale le predette strutture presentano, al Comando provinciale dei Vigili del fuoco, la SCIA parziale, attestante il rispetto di almeno quattro delle seguenti prescrizioni, come disciplinate dalle specifiche regole tecniche: resistenza al fuoco delle strutture; reazione al fuoco dei materiali; compartimentazioni; corridoi; scale; ascensori e montacarichi; impianti idrici antincendio; vie d'uscita ad uso esclusivo, con esclusione dei punti ove è prevista la reazione al fuoco dei materiali; vie d'uscita ad uso promiscuo, con esclusione dei punti ove è prevista la reazione al fuoco dei materiali; locali adibiti a deposito.

L'emendamento in esame lascia inoltre immutata l'originaria previsione recata dal comma 5, dell'articolo 3, la quale ha prorogato:

  • dal 31 dicembre 2019 al 30 giugno 2022 il termine entro il quale le strutture ricettive turistico-alberghiere localizzate nei territori colpiti dagli eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati a partire dal 2 ottobre 2018, nonché quelle ubicate nei territori colpiti dagli eventi sismici del Centro Italia nel 2016 e 2017 e nei comuni di Casamicciola Terme, Lacco Ameno e Forio dell’isola di Ischia in ragione degli eventi sismici verificatisi il 21 agosto 2017, completano l’adeguamento alle disposizioni di prevenzione degli incendi, previa presentazione al Comando provinciale dei vigili del fuoco della SCIA parziale;
  • dal 30 giugno 2019 al 31 dicembre 2020 il termine entro il quale la predetta SCIA parziale deve essere presentata.

L'emendamento 3.12 NF introduce infine una disposizione relativa ai rifugi alpini, la quale prevede il differimento al 31 dicembre 2020 (dal 31 dicembre 2019) del termine (previsto dall’art. 38, comma 2, del D.L. 69/2013) per la presentazione, ai fini del rispetto della normativa antincendio:

  • dell’istanza preliminare per l’esame dei progetti di nuovi impianti o costruzioni nonché dei progetti di modifiche da apportare a quelli esistenti, che comportino un aggravio delle preesistenti condizioni di sicurezza antincendio (ai sensi dell’art. 3 del D.P.R. 151/2011);
  • della segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) sostitutiva dell’istanza per l’ottenimento del certificato di prevenzione incendi (ai sensi dell’art. 4 del D.P.R. 151/2011).





26-03-2020

Online i siti ENEA per interventi 2020

Online i siti ENEA interventi di RISPARMIO ENERGETICO e utilizzo di FONTI DI ENERGIA RINNOVABILI ultimati nel 2020

I dati bonus facciate (incentivi del 90%) dovranno essere inseriti sulla sezione ecobonus 





23-05-2020

Superbonus al 110%

Ecobonus 110%

L’incentivo riguarda le spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021
Sarà ripartito in 5 quote annuali e sarà possibile usufruire della cessione del credito

Potranno accedervi solo alcune categorie di soggetti, tra le quali:
- i condomini 
- le persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, su unità immobiliari;
- gli Istituti autonomi case popolari (IACP);
- le cooperative di abitazione a proprietà indivisa; 

Gli interventi realizzati dovranno determinare un salto di almeno due classi energetiche o, se non possibile, il conseguimento della classe più alta

L’ecobonus al 110% è valido sulle prime case e sulle seconde case in condominio e sulle case unifamiliari adibite ad abitazione principale. Non si potrà applicare invece agli interventi effettuati sulle case unifamiliari che fungano da seconda casa. 

Tramite un decreto ministeriale che sarà emanato nei prossimi 30 giorni saranno chiariti tutti i dettagli relativi a regole e limiti da rispettare per accedere al superbonus

Quali lavori:

  • lavori di isolamento termico delle superfici opache degli edifici che interessino almeno il 25% della superficie disperdente lorda. In questo caso il tetto di spesa è stato fissato a 60mila euro per ogni unità immobiliare dell’edificio;
  • lavori sulle parti comuni degli edifici che prevedano la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati a condensazione, a pompa di calore (inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo), o a microgenerazione. Il limite di spesa è di 30mila euro per unità immobiliare dell’edificio.
  • per le case unifamiliari, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con impianti di microgenerazione o a pompa di calore di riscaldamento, raffrescamento o fornitura di acqua calda sanitaria. Anche in questo caso il tetto di spesa è di 30mila euro.